sabato, dicembre 15, 2007

Solidarietà al Blow Up di Palermo

Stanotte il centro servizi-mutua studentesca Blow Up di Palermo è stato letteralmente devastato e saccheggiato.

Alcuni giorni prima durante una assemblea di studenti nel locale, dei malavitosi si sono presentati per richiedere il famoso “pizzo” e, ovviamente, il Blow up si è rifiutato di pagare…Stamattina hanno ritrovato il locale a pezzi e sono state portate via tutte le cose di valore che si trovavano li…

Ancora una volta la mafia si è palesata in tutta la sua crudeltà e vigliaccheria attraverso uno dei suoi gesti “classici”. Ancora una volta ha dimostrato di esserci e di non mollare facilmente.

Non possiamo fare finta di niente, ad essere stato devastato non è solo il blow-up nella lontana Palermo ma è anche Radio Aut, il Coordinamento per il Diritto allo Studio e tutta la società civile che ogni giorno lavora per portare avanti gli ideali e i valori della libertà, della giustizia e della legalità.

Più che in ogni altro momento i compagni siciliani hanno bisogno della nostra solidarietà e del nostro sostegno anche economico.

È necessario raccogliere dei fondi affinché rimettano in piedi il locale, affinché non si sentano soli e affinché ricomincino quel lavoro all’insegna della mutualità gratuita e disinteressata antitetica alla logica mafiosa del “niente per niente”.

La mafia esiste, non è fiction televisiva, non è folklore…

Presto organizzeremo una raccolta fondi a favore dei compagni di Palermo!

Fonte: Coordinamento.org

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Adesso ho appreso la notizia...

Non c'è tanto da commentare...
Bisogna continuare la Lotta con più forza e convinzione di prima...

Non vedo l'ora di cominciare con gli altri ragazzi/e con la nuova Associazione...
E fare Rete...

Solidarietà e disponibilità al Blow Up...

EnzoMonkey

Lloyd ha detto...

mi spiace x quel che è successo..
tenete duro!!

Valentino UNIPR ha detto...

Esprimo piena solidarietà ai compagni di Palermo. Da Parma, l'UdU ha fatto già un comunicato stampa che racconta la storia. Non voglio che quello che è successo passi inosservato.
Forza ragazzi!

roberto udu-parma ha detto...

il blow-up deve continuare, deve rinascere dalla cenere.
la mafia non deve vincere.
dall'udu parma pieno sostegno.

roberto