venerdì, novembre 30, 2007

Condannato l'ex sindaco

PALERMO - Il gup di Palermo ha condannato l'ex sindaco di Campobello di Licata, Calogero Gueli, a tre anni e quattro mesi di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. Il giudice ha inflitto una pena di sette anni e sei mesi al figlio del sindaco, Vladimiro Gueli, accusato di concorso esterno ed estorsione. Al genero dell'ex sindaco, Giancarlo Buggea, accusato di associazione mafiosa ed estorsione, sono stati inflitti otto anni di carcere.
Al capo della famiglia mafiosa di Ravanusa, Luigi Boncori il gup ha inflitto 18 anni di reclusione per associazione mafiosa e due casi di estorsione. Al figlio del capomafia, Mario Boncori, è stata data una pena a sei anni e sette mesi per associazione mafiosa e danneggiamento. A Ignazio Accascio, ritenuto il capomafia di Campobello di Licata, sono stati inflitti 10 anni di carcere e a Michele Montaperto, Giuseppe Rotolo e Giovanni Lauria, cinque anni per associazione mafiosa.
Tutti gli imputati sono stati processati con il rito abbreviato ed hanno ottenuto la riduzione di un terzo della pena. L'accusa era sostenuta dai pm della Dda di Palermo, Fernando Asaro, Costantino Derobio e Corrado Fasanelli. Il gup ha disposto anche la confisca dell'impresa "Ermes costruzioni".


30/11/2007
Fonte: La Sicilia

2 commenti:

Alessia ha detto...

Ho vagato un pò per la rete prima di riuscire a trovare questa notizia. Grazie per averla pubblicata.
Alessia.

Sciavè ha detto...

sono contento tu l'abbia trovata qui...grazie a te!
Saverio