venerdì, novembre 14, 2008

9 condanne a Torino per clan catanesi

TORINO - Nove condanne, tre delle quali all'ergastolo. Sono le pene che il pm Onelio Dodero ha chiesto oggi, davanti alla seconda sezione della Corte d'Assise di Torino, nel processo per la faida fra clan catanesi che, all'inizio degli anni 2000, si lasciò alle spalle una lunga scia di sangue. "Per fare il giudice ci vuole coraggio - è stato uno dei passaggi della requisitoria di Dodero - chi fa questo mestiere non deve avere paura". Poi la citazione di un libro di Giuseppe Ayala dedicato a Falcone e Borsellino: "Chi ha paura - ha detto - muore ogni giorno". Il processo, che proseguirà domani con le arringhe della difesa, prende le mosse dalla lotta criminale tra due pericolosi clan catanesi per il controllo di Torino. Le indagini, condotte dalla squadra mobile della questura e dal reparto operativo dei carabinieri, sono partite dagli omicidi di Vincenzo Casucci e Pietro Fortunato, uccisi nel giugno del 2000 e nel luglio 2002. Le accuse nei confronti degli arrestati, tutti residenti a Torino ma di origini siciliane, vanno dall'associazione per delinquere di stampo mafioso all'omicidio.
13/11/2008
Fonte: La Sicilia

1 commento:

Cetty ha detto...

Volevo segnalarti gli ultimi post che ho pubblicato sul mio blog (http://blogs.myspace.com/index.cfm?fuseaction=blog.ListAll&friendID=308359354).Trattano la nascente Commissione parlamentare antimafia. Sono assolutamente disposta anche ad un'eventuale utilizzo o divulgazione dei testi, previa citazione e comunicazione alla mail violet_delirium@yahoo.it.

Ti ringrazio per l'attenzione